Menu:

In evidenza

02.03.17:
33^ Mostra Mercato del Tartufo Bianchetto

Guarda l'evento...


"...l'associazione prese parte al dibattito regionale per la formazione della legge regionale della Regione Marche e fu introdotta per la prima volta la possibilità di commercializzare il bianchetto..."

arrow  leggi tutta la storia

ill title Il Tartufo Bianchetto

Tuber Borchii Vitt.
Tuber Albidum Pico

Un Tartufo Bianchetto

Ha forma generalmente arrotondata, o anche irregolare, però mai lobata.

La scorza esterna è liscia, di colore biancastro negli esemplari giovani, tendente in seguito al fulvo, la polpa di colore nocciola ha venature bianche.

Si raccoglie da gennaio ad aprile ma non è raro incontrarlo anche in autunno inoltrato. È abbastanza comune ovunque vegeti il Tartufo Bianco pregiato (Tuber Magnatum Pico), emana un profumo meno forte ma comunque gradevole ed intenso.

Si usa preferibilmente cotto in fette sottilissime. Ottimo abbinato a burro e parmigiano Reggiano.

Ideale per la preparazione di primi piatti, frittate, uova a occhio di bue, omelettes, scaloppine, ecc.

Per la conservazione si consiglia di avvolgere i tartufi con carta scottex o meglio con un panno di cotone da sostituire ogni due giorni. Riporli in frigo nel settore verdure dentro un vaso abbastanza capiente per un massimo di 5 o 6 giorni.

Prima dell’uso lavare accuaratamente in acqua corrente.